Madagascar: guida viaggio

In molti sognano di visitare il Madagascar, costruiamo insieme la guida viaggio.

Il Madagascar attira ogni anno milioni di turisti, grazie alla sua posizione, il suo clima e la sua bellezza, ecco la guida viaggio per visitarlo. Prima facciamo una breve introduzione su questo bellissimo paese! Il Madagascar è un’enorme isola al largo dell’Africa e la sua unicità sta nel fatto che il 5% di tutte le specie animali e vegetali conosciute può essere trovato solo qui. L’isola è resa celebre sopratutto in seguito al cartone Madagascar in cui si possono conoscere gli animali simbolo dell’isola, i lemuri. Questa bellissima isola offre moltissime attività all’aria aperta come: escursioni, immersioni, mountain bike, kitesurf, arrampicata su roccia, ecc. Ora entriamo nel vivo e vediamo cosa serve e quando andare.

Madagascar: guida viaggio

Madagascar, guida viaggio: quando andare

Il Madagascar è una grande isola che offre una grande varietà di paesaggi differenti, che comprendono foreste, montagne ma anche grandi vallate. L’intero territorio dell’isola, subisce circa sei mesi di piogge la cui intensità si concentra fra i mesi di Dicembre e Aprile.

La stagione invernale in Madagascar è invertita rispetto alla nostra e parte da Maggio a Ottobre. In questi mesi il clima è più secco e con meno piogge. La stagione estiva invece inizia da Novembre fino ad Aprile durante questo periodo, il clima si fa più umido e le piogge cadono abbondanti.
Ci sono tre zone climatiche diverse che caratterizzano quest’isola africana. 
Il periodo migliore per visitare il Madagascar va quindi da Maggio ad Ottobre, ma attenzione ai mesi di Luglio ed Agosto in cui è facile trovare la calca. Sono invece da evitare i mesi che vanno da Gennaio a Marzo per le forti piogge, che in certe zone creano danni consistenti a case e strade.

Madagascar: guida viaggio

Madagascar, guida viaggio: documenti necessari

Naturalmente come in tutti i viaggi organizzati al di fuori dell’Europa, anche per visitare l’Africa occorre un passaporto con una validità residua di almeno 6 mesi e con almeno una pagina vuota per il timbro alla dogana.

Per l’ingresso in Madagascar, è necessario Il visto d’ingresso che è molto semplice da ottenere.
Infatti il documento viene rilasciato direttamente in aeroporto al momento dell’ingresso nel Paese, dietro pagamento di un corrispettivo stabilito per legge e l’esibizione del biglietto aereo per il ritorno.
Il visto turistico rilasciato sarà valido per soggiorni fino ad un massimo di 90 giorni di permanenza nel Paese.

Madagascar: guida viaggio

Madagascar, guida viaggio: vaccini

Per visitare il Madagascar non ci sono vaccinazioni obbligatorie, vi consiglio comunque prima di partire di consultare il vostro medico di fiducia per considerare eventuali vaccinazioni e richiami di base (tetano, difterite, poliomelite, pertosse e rabbia), quelli contro l’epatite A e B e il tifo. A seconda della durata e della destinazione del viaggio, è anche consigliabile assumere un trattamento antimalarico, in particolare se pensi di andare nella giungla. Infine, il virus HIV è molto diffuso tra la popolazione locale.

Naturalmente si sconsiglia di bere acqua non confezionata, mangiare frutta e verdura cruda, avvicinare cani randagi ecc. Vi consiglio inoltre di stipulare un’assicurazione sanitaria che comprenda anche il trasferimento e il rimpatrio in caso di bisogno di ricovero.

Madagascar, guida viaggio: cosa vedere

Madagascar: guida viaggio

La capitale Antananarivo sorge sugli altipiani del Madagascar, insieme ad altre importanti città. Il terreno che circonda queste città è in prevalenza agricolo, coltivato principalmente con risaie.

Se avete intenzione di visitare il nord del Madagascar lo troverete poco popolato ad eccezione dell’arcipelago di Nosy Be e di Diego Suarez. Nonostante questo secondo me è una delle parti più belle di quest’isola, infatti è possibile vedere i pinnacoli carsici del parco nazionale Ankarana, o la foresta pluviale incontaminata e poco esplorata del parco Majorejy. La stagione secca è particolarmente lunga  eccetto nelle foreste del nord-est dove le piogge sono persistenti  per tutto l’anno.

La parte orientale dell’isola è la più bella dal punto di vista delle spiagge, ce ne sono da cartolina, alcune delle quali incontaminate.

Il sud dell’isola è molto desertico e secco con paesaggi ricchi di dune e villaggi che vivono in prevalenza di pesca. Il clima è caldo e rare sono le precipitazioni, salvo attorno a Fort Dauphin.

Nella parte occidentale dell’isola troviamo vaste distese dominate dai famosi baobab e dalle formazioni Tsingy. Il clima è asciutto e piacevole durante i mesi invernali. Tsingy di Bemaraha rimangono chiusi durante la stagione delle piogge.

Nel caso abbiate dubbi o domande potete commentare qui sotto oppure contattatemi risponderò il prima possibile, se volete consigli per organizzare il viaggio chiedete senza problemi. Trovate utili questi articoli? condividete sui social e seguitemi. Qui trovate gli hotel a 5 stelle più belli del Madagascar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento