Amazzonia: quando andare? Come visitarla?

La foresta Amazzonica è la più grande del mondo, ogni 2 giorni i ricercatori scoprono una nuova specie animale o vegetale.

Per avere un’idea della vastità di questo polmone, considerate che l’Amazzonia si estende in: Colombia, Venezuela, Guyana, Suriname, Brasile, Bolivia, Perù e Ecuador. L’area Amazzonica si estende per 6,7 milioni di kmq ed è attraversata dal Rio delle Amazzoni, il fiume che raccoglie il 20% dell’acqua dolce che si trova sulla Terra.

La foresta pluviale ogni anno aiuta ad assorbire dai 90 ai 150 miliardi di tonnellate di CO2. Proviamo a pensare a tutte le specie animali presenti sulla terra, bene Il 10% di esse vive in Amazzonia. Le persone che decidono di intraprendere questo viaggio, si trovano a tu per tu con loro stesse e con la predominanza della natura primordiale. Le porte d’accesso alla grande foresta sono, Belém e Manaus, due città raggiungibili dai voli interi del Brasile.

Oggi la popolazione amazzonica è quasi estinta, ormai vive in riserve sempre più piccole a causa della continua deforestazione.

Gli Indios e i Cablacas sono le due popolazioni discendenti dai nativi, vivono per lo più allo stato primitivo, in estrema povertà e isolamento. Raggruppati in tribù, essi praticano la caccia, la pesca e coltivano manioca per preparare le focacce.

Le loro abitazioni sorgono lungo le sponde dei fiumi, che costituiscono le uniche vie di comunicazione naturale, e spesso sono costruite su palafitte.

Amazzonia: quando andare?

L’Amazzonia ha un clima equatoriale caldo con umidità elevata, pari all’82%, e piogge abbondanti, infatti è facile imbattersi in improvvisi acquazzoni. Le precipitazioni sono concentrate tra Dicembre e Marzo, in questo periodo il vento caldo accompagna le forti piogge. Il periodo migliore per visitare la foresta pluviale è tra Luglio e Settembre, infatti durante questi mesi continueranno a esserci piogge, ma saranno di più breve entità e intensità. Durante questi mesi è possibile osservare moltissime specie di volatili e farfalle, mentre se volete avvistare il giaguaro, il periodo migliore va da Giugno a Settembre.

Amazzonia: come visitarla?

Non è semplice viaggiare in Amazzonia, per questo non consiglio fare tutto da soli. Infatti ogni anno in questa grande foresta si perdono decine di esploratori. L’ideale sarebbe organizzarsi il viaggio fino a una delle due città che fungono da base per iniziare ad esplorare la foresta. Da entrambe le città partono dei tour organizzati e con guide esperte, per esplorare l’Amazzonia. La maggior parte dei tour dura almeno 3 giorni e 2 notti che passerete negli eco-lodge immersi nella natura. La seconda possibilità è quella navigare i fiumi con delle mini crociere, anche se sarete più distanti dalla natura lo spettacolo sarà assicurato.

Se invece volete fare un viaggio avventura completamente immersi nella natura vi consiglio Evaneos che offre tour della foresta della durata di 12gg con una spesa intorno ai 1400€. Partenza da Manaus vivrete la foresta Amazzonica lungo i suoi fiumi fino ad arrivare al fantastico Rio delle Amazzoni. Un viaggio affascinante alla scoperta della cultura e della natura incontaminata. Su questo sito troverete viaggi di diverse durate e sarà possibile personalizzarli.

Come sempre se vi è piaciuto il mio articolo condividetelo sui social, qualsiasi domanda contattatemi senza problemi. Se volete rimanere informati sui mercatini di Natale 2019 sparsi per l’Italia potete trovare qui tutte le info. Trovate utili questi articoli? condividete sui social e seguitemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento