Borgo dei borghi Rocca imperiale

Borgo dei borghi: Rocca imperiale, paese della Calabria

Il borgo dei borghi ha presentato Rocca imperiale per competere con altri 60 paesi

Il programma il borgo dei borghi diretto da Camilla Raznovich, ha mostrato Rocca imperiale per partecipare alla selezione del borgo più bello d’Italia. Nelle scorse puntate hanno già partecipato alcuni borghi sparsi per l’Italia, qui trovate i loro articoli.

Rocca imperiale è un bellissimo paesino medievale che si trova in provincia di Cosenza e conta circa 3300 abitanti. Il borgo costruito su di un’altura, vanta una splendida vista sul mare, mentre nelle campagne circostanti, si coltivano ottimi limoni.

Borgo dei borghi, Rocca imperiale: come arrivare

Il modo migliore per raggiungere questo bellissimo borgo rimane l’auto, ma esistono anche diverse linee di autobus che lo collegano a Cosenza e alcuni paesi vicini. Gli aeroporti più vicini, sono quello di Bari e quello di Brindisi.

Borgo dei borghi, Rocca imperiale: cosa vedere

Borgo dei borghi Rocca imperiale

Rocca imperiale si trova al centro di diversi itinerari turistici, per questo motivo ogni anno viene visitato da migliaia di turisti. Infatti a breve distanza dal borgo è possibile visitare il Parco Nazionale del Pollino, la Piana di Sibari e l’area del Metapontino.

Rocca imperiale è stato costruito lungo il pendio est di una collina alta 200 metri, la cui sommità è occupata dalla vecchia fortezza. Le case sono costruite lungo il pendio e a breve distanza una dall’altra, formando i classici vicoletti e viste a distanza sembrano delle scale per arrivare alla rocca.

Rocca imperiale iniziò a popolarsi in seguito alla costruzione della fortificazione nel 1255, voluta da Federico II di Svevia. In seguito il castello passò sotto vari proprietari quali: Normanni, Angioini, Aragonesi, ecc. Vi consiglio di entrare in modo da poter notare questi passaggi in cui ogni sovrano ha aggiunto qualcosa a quest’antica fortezza.

Gli altri due monumenti significativi del paese sono: la chiesa madre che risale al 1239 e il monastero dei “Frati Osservanti”.

Il borgo è stato scelto anche come set cinematografico, prima da Totò in Destinazione Piovarolo, in vece più di recente da Pupi Avati che qui ha girato Le nozze di Laura.

Non possiamo dimenticarci i 7 bellissimi chilometri di costa che si trovano a breve distanza da questo borgo. Questo bellissimo litorale infatti è valso 2 vele nella guida di Legambiente, per questo il mio consiglio è quello di visitarlo.

Nel caso abbiate dubbi o domande potete commentare qui sotto oppure contattatemi risponderò il prima possibile, se volete consigli per organizzare il viaggio chiedete senza problemi. Trovate utili questi articoli? condividete sui social e seguitemi. Se volete leggere gli articoli degli altri borghi, potete farlo qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *