Borgo dei borghi Castelmezzano

Borgo dei borghi: Castelmezzano, il tesoro nascosto in Basilicata

Il borgo dei borghi ha presentato Castelmezzano Po per competere con altri 60 paesi

Il programma il borgo dei borghi diretto da Camilla Raznovich, ha mostrato Castelmezzano per partecipare alla selezione del borgo più bello d’Italia. Nelle scorse puntate hanno già partecipato alcuni borghi sparsi per l’Italia, qui trovate i loro articoli.

Castelmezzano si trova in provincia di Potenza, nato in cima alle Dolomiti Lucane che fanno da sfondo. Gli eventi naturali come pioggia e vento, hanno plasmato le punte di queste dolomiti i cui abitanti hanno dato dei nomi originali. I nomi sono: becco della civetta, bocca di leone, incudine e aquila reale; dovuti agli effetti della luce che proietta a terra delle ombre con le forme sopra citate.

Borgo dei borghi Castelmezzano

Borgo dei borghi, Castelmezzano: come arrivare

Per arrivare a Castelmezzano in automobile, potete seguire queste indicazioni in base alla provenienza:

Da Potenza: percorrere la SS 407 Basentana fino all’uscita Albano, dopo lo svincolo proseguire seguendo le indicazioni Castelmezzano.

Da Napoli
Autostrada A3 SA-RC fino allo svincolo di Sicignano, quindi seguire il Raccordo Autostradale Potenza-Sicignano fino a Potenza. Una volta arrivati a Potenza continuare sulla SS 407 Basentana fino all’uscita Albano, dopo lo svincolo proseguire seguendo le indicazioni Castelmezzano.

Da Bari
seguire le indicazioni per Matera e quindi la SS7 fino all’imbocco della SS 407 Basentana. Andare in direzione Potenza fino all’uscita Albano, dopo lo svincolo proseguire seguendo le indicazioni Castelmezzano.

Borgo dei borghi, Castelmezzano: cosa vedere

Per entrare in questo borgo vi troverete costretti a passare per un bellissimo tunnel scavato nella roccia, subito dopo aver superato una gola. Una volta fuori dalla galleria vi troverete di fronte agli occhi un piccolo presepe arroccato sulle montagne.

Borgo dei borghi Castelmezzano

La visita può partire da Piazza Caizzo in cui sorge la chiesa madre di Santa Maria dell’Olmo sicuramente da vedere grazie alle opere che custodisce al suo interno. Proseguendo con la strada principale, giungerete ai ruderi del castello che risale ai tempi dei normanni.

Nelle vicinanze del castello noterete sicuramente dei bellissimi palazzi nobiliari che sono: Palazzo DucalePalazzo Coiro.

Se decidete di passare di qui non dovete perdere la salsiccia, prodotto locale fatta in diverse varianti. Da provare anche le altre specialità che sono l’agnello alle erbe e il capretto con patate alla brace.

Nel caso abbiate dubbi o domande potete commentare qui sotto oppure contattatemi risponderò il prima possibile, se volete consigli per organizzare il viaggio chiedete senza problemi. Trovate utili questi articoli? condividete sui social e seguitemi. Se volete leggere gli articoli degli altri borghi, potete farlo qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *