Rasiglia

Rasiglia, la piccola Venezia del centro Italia

Se vi piace esplorare i piccoli borghi, visitando Rasiglia rimarrete a bocca aperta!

Rasiglia si trova a 600 metri d’altitudine e circa 18 km da Foligno, è un piccolo borgo di circa 50 case costruite in pietra sulla sorgente Capovena.

La storia del borgo parte dal 1300. Durante questi anni in cui i Signori di Foligno, chiamati Trinci, ne riconobbero il luogo ideale per costruire un piccolo polo industriale. Infatti la presenza di abbondante acqua proveniente dalla sorgente forniva energia per far funzionare i mulini. Quest’ultimi a loro volta alimentavano in modo meccanico: telai, mortai per il grano e altri macchinari per i tessuti.

Il vero sviluppo del piccolo borgo avvenne verso la fine del seicento, epoca in cui sempre più mulini aprivano le loro attività per lavorare la lana fornita dai pastori locali.

Rasiglia

Dall’ottocento al novecento Rasiglia vive il suo periodo d’oro e benessere, generato dalla lavorazione dei tessuti e la vendita d’abiti e coperte. Il borgo conta infatti due lanifici, quattro banche, otto mulini e un ufficio postale.

Durante la prima metà del Novecento ci fu l’avvento dell’energia elettrica che rese obsoleti i mulini. Così le produzioni si spostarono nella vicina Foligno, decretando la fine per Rasiglia. Il colpo di grazia lo diede il terremoto del 1997 che fece crollare anche alcune strutture, rendendo il paese disabitato.

Rasiglia, oggi

Rasiglia

Oggi però Rasiglia sta rinascendo con continue opere di restauro e grazie al duro lavoro dei circa 40 abitanti e del comune. Infatti anche grazie ad internet, Il borgo attira ormai moltissimi turisti, tanti che il comune ha dovuto creare in emergenza nuovi parcheggi e servizi igienici.

I tantissimi turisti ne rimangono meravigliati dalle bellissime stradine strette che attraversano circa una cinquantina di casette in pietra, che formano un piccolo anfiteatro. Passeggiando nel centro è possibile ammirare il borgo attraversato da ruscelli e cascatelle che scorrono sotto bellissimi ponticelli e stradine, rasentano le case, sparendo e ricomparendo dal terreno, fino a riunirsi in una grande vasca principale che è anche la piazza del paese.

Nel caso abbiate dubbi o domande potete commentare qui sotto oppure contattatemi risponderò il prima possibile, se volete consigli per organizzare il viaggio chiedete senza problemi. Trovate utili questi articoli? condividete sui social e seguitemi. Se avete in mente di fare un viaggio in Europa qui trovate alcune offerte di questo periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *